Etica

Chi siamo 
Cos'e' l'Aikido 
Storia dell'Aikido 
I Fondamentali 
Etica 
Aspetto tecnico 
Il maestro 
Primi passi 
Gallery 
Stage 
Glossario 
dojo 
 Corsi 

 

 

 

(IL SALUTO):

          Ritenuto molto importante nella pratica dell’Aikido; consiste in un inchino che diviene ritualizzato in alcuni momenti dell’allenamento.

 

 

 

 

All’inizio e al termine di ogni lezione ci si posiziona in seiza e, rivolti al kamizà con le mani a terra poste davanti alle ginocchia, ci si inchina per onorare il fondatore.

Si scende prima con la gamba sinistra (lato in cui viene tenuta la spada) e poi con la destra, si poggia prima la mano sinistra(la destra rimane pronta per l’estrazione della spada) e poi la destra. 

Il saluto viene rivolto al Maestro ogni volta egli si rivolga a noi, viene inoltre scambiato tra uke e tori durante la pratica dell’Aikido. Inchinarsi non significa sottomettersi all’altro ma rappresenta una forma di rispetto. 

 

(IL SILENZIO):

          E’ necessario praticare Aikido in un ambiente silenzioso; il silenzio favorisce la concentrazione intesa come liberazione della mente da ogni pensiero distraente.

          Il silenzio consente di coordinare mente e corpo permettendo il fluire dell’energia attraverso l’esecuzione delle tecniche.

          Il silenzio è rispetto nei confronti del Maestro durante la spiegazione della tecnica; in questo momento non ci devono essere interruzioni da parte degli allievi. Sarà il Maestro che, se lo riterrà necessario, farà delle domande.

 

(LA COMPOSTEZZA):

          Mantenere la compostezza del proprio corpo favorisce la concentrazione e la pratica corretta delle tecniche. Un praticante deve avere un comportamento composto dentro e fuori dal dojo. Assumere un  corretto  comportamento  nel dojo  ci  permette  di essere  sempre  attenti a ciò che  ci  accade  attorno  evitando in  questo modo di  provocare danni  ai compagni  salvaguardando anche noi stessi.

          Quando gli allievi si allineano in seizà di fronte al kamizà devono posizionarsi secondo il grado raggiunto.

   All’estrema sinistra si collocherà l’allievo di grado più elevato, procedendo verso destra a scalare. Nella posizione di seizà si deve mantenere la schiena ben diritta, le spalle sciolte, i talloni sotto le natiche e le mani sulle ginocchia.

  Si pratica Aikido a piedi nudi e indossando il Keikogi che deve essere sempre pulito e ordinato. Sotto la giacca vanno indossate solamente magliette bianche e le calze sono concesse solamente a chi abbia problemi epidermici.